Il venditore di ieri è ancora attuale?

Si vedono oggi molte realtà che per necessità riorganizzano

Si vedono oggi molte realtà che per necessità riorganizzano profondamente la loro struttura commerciale.La difficoltà sta nel farlo capendo bene la trasformazione che il mercato ha avuto e la complessità del contesto attuale che ricade contemporaneamente sul fornitore e sul cliente. I tempi di chiusura delle trattative si sono allungati, la trasformazione tra numero di visite e numero di ordini acquisiti si è abbassata, l’ordine medio si è ridotto, i costi commerciali si sono alzati, i pagamenti si sono allungati e il livello di insolvenza è cresciuto, il cliente ha poco tempo da dedicare al venditore e poco a disposizione オンライン カジノ per la sopravvivenza della propria attività ed è soffocato da una moltitudine di proposte digitali e tradizionali.

La struttura commerciale deve essere obbligatoriamente rianalizzata in funzione delle nuove condizioni e delle nuove caratteristiche che le varie fasi del ciclo di vendita oggi richiedono per poter trasferire valore in ogni singolo passaggio e per recuperare la giusta efficacia  nella proposta al mercato. Vanno rianalizzate le varie zone, il numero dei venditori, la loro formazione e le loro attitudini, le modalità e lo stile di gestione, come riallocarli e se gestire parte dell’attività in modo diretto, con il customer service o via web per esempio. Vanno altresì considerati gli aspetti a supporto della vendita quali i tools cartacei ed informatici e la comunicazione integrata, elementi di grande importanza per trasferire con coerenza e chiarezza le giuste informazioni ad un mercato molto battuto e quindi necessariamente selettivo.

Leonardo Rizzotto